Recensione della pistola: una masterclass di Danny Boyle che è quasi abbastanza caotica

Recensione della pistola: una masterclass di Danny Boyle che è quasi abbastanza caotica

Che Film Vedere?
 

La serie potrebbe non arrivare al cuore del fascino duraturo dei Sex Pistols, ma è una dichiarazione definitiva del regista Danny Boyle.





Toby Wallace in Pistola

Miya Mizuno/FX



In una recente intervista con TV CM per la nuova serie Disney Plus Pistola , Talulah Riley, che interpreta Vivienne Westwood, ha riconosciuto che 'il bello di Danny è che tutti i suoi film sono così vari, non sai cosa succederà, sai solo che sarà geniale'.

Ha perfettamente ragione, naturalmente. La carriera di Boyle è stata a volte esilarante, altre sconcertante, poiché si è fatto strada attraverso il genere e lo stile come se stesse scegliendo i progetti attraverso un randomizzatore. Un dramma per lo più in tempo reale che segue un uomo il cui braccio è bloccato tra due rocce? Sembra fantastico. Una commedia romantica dei Beatles di Richard Curtis con un cameo esteso di Ed Sheeran, al punto che è quasi uno del cast principale? Certo, procediamo.

È interessante quindi che ora debba, per molti versi, tornare sui suoi percorsi. Pistol è quanto di più vicino il regista abbia mai avuto a rivisitare l'estetica e il tono di Trainspotting, anche più vicino che con il sequel di quel film.



film Marvel Disney Plus

Ha senso, dato l'argomento della serie. È, dopotutto, un giro anarchico attraverso la storia di una delle band britanniche più controverse di tutti i tempi e, cosa forse più importante, un'esplorazione del movimento e della cultura punk del Regno Unito.

Toby Wallace nei panni di Steve Jones, Louis Partridge nei panni di Sid Vicious, Anson Boon nei panni di John Lyndon, Jacob Slater nei panni di Paul Cook.

Toby Wallace nei panni di Steve Jones, Louis Partridge nei panni di Sid Vicious, Anson Boon nei panni di John Lydon, Jacob Slater nei panni di Paul Cook.Miya Mizuno/FX

Basato sul libro di Steve Jones Lonely Boy: Racconti da una pistola del sesso , la serie segue Steve mentre la sua umile rock band viene trasformata dal proprietario della boutique e manager/promotore Malcolm McLaren per diventare un'arma contro le convenzioni e la buona società. Quando la McLaren porta a bordo John Lydon AKA Johnny Rotten, le dinamiche del gruppo si ribaltano sul loro asse, poiché questi giovani arrabbiati si scontrano con se stessi, ma anche contro l'intero establishment britannico.



Nel frattempo, esplorando il movimento punk e le icone della vita reale che sono cadute nell'orbita della band, la serie tiene conto anche di figure come Vivienne Westwood, Pamela Rooke AKA Jordan e Chrissie Hynde dei Pretenders.

L'unico vero problema con la serie è che forse non è abbastanza anarchico. Potrebbe essere uno svantaggio della forma: racchiusa in un film di due ore, questa storia sarebbe assolutamente frenetica, ma potenzialmente priva di cuore. Così com'è, in una serie di sei ore, i personaggi sono tutti completamente arricchiti e i loro archi emotivi sono chiari - è solo che a volte, quando il ritmo rallenta, vorresti che conservasse alcune delle macchie, imperfezioni e grinta narrativa che ha reso Trainspotting un brivido così caotico.

Tuttavia, è un piccolo cavillo, poiché tutto sommato lo spettacolo è una serie elegante, istruttiva e molto divertente che racchiude un pugno ed è straordinariamente abbuffata. Presenta un cast eccezionalmente ben messo insieme, con un ensemble composto da giovani star come Maisie Williams e Thomas Brodie-Sangster insieme a talentuosi nuovi arrivati. Tutti i membri del gruppo principale sono impressionanti nei loro ruoli, ma i punti di forza sono Anson Boon nei panni di John Lydon e Sydney Chandler nei panni di Chrissie Hynde.

Sydney Chandler nel ruolo di Chrissie Hynde.

Sydney Chandler nel ruolo di Chrissie Hynde.Miya Mizuno/FX

La Chrissie di Chandler è il cuore della serie, e non solo ricopre quel ruolo, ma quasi ruba tutto. C'è un punto in cui lo Steve di Toby Wallace le dice che ha troppo talento per essere un membro dei Sex Pistols, e non puoi fare a meno di pensare che questo si estenda al ruolo di Chandler nella serie: è un ruolo di supporto considerevole, ma vorresti che ci fosse più spazio per farla giocare. Forse se Boyle ha un gusto per le serie di biopic musicali, allora darà a Chandler il dovuto in una serie Pretenders in piena regola.

animal crossing personaggio iniziale

Nel frattempo, Boon incarna solo John Lydon. Molto probabilmente il vero Lydon si offenderà per la performance, e chi può dire quanto sia accurato per l'uomo a porte chiuse. Ma come ricreazione del suo personaggio pubblico, dei suoi manierismi e del suo spirito, è assolutamente perfetto. A volte vuoi distogliere lo sguardo mentre fissa i suoi compagni di band o esegue un'audizione straziante, ma non importa quanto ci provi, non puoi proprio (un po 'come con l'uomo stesso).

Resta da vedere cosa penserà Lydon della serie nel suo insieme, ma in base al suo commenti precedenti , è improbabile che sia positivo. Non riesco a immaginare che ci sia molto qui dentro che cambierà la sua mente chiaramente già decisa - è senza dubbio ritratto come il genio creativo del gruppo, ma anche un eccentrico, stravagante stravagante. L'abilità di Boon sta nel renderlo ancora riconoscibilmente umano nonostante tutto questo, ea volte totalmente empatico.

Certo, devi ricordare che stiamo vedendo questi eventi così come sono ricordati da Steve Jones, che è giusto dire sulla base di questo aveva un rapporto tutt'altro che amabile con Lydon. Boyle ha spiegato che il libro di Jones gli ha offerto un modo per entrare nella storia, piuttosto che focalizzarla sull'ingestibile Lydon, ed è chiaro che stiamo assistendo a una versione specifica e personale degli eventi.

Thomas Brodie-Sangster nei panni di Malcolm McLaren, Talulah Riley nei panni di Vivienne Westwood.

Thomas Brodie-Sangster nei panni di Malcolm McLaren e Talulah Riley nei panni di Vivienne Westwood.Miya Mizuno/FX

Ad esempio, il Malcolm di Brodie-Sangster cambia e si trasforma a seconda della sua relazione con Steve: all'inizio è un enigmatico salvatore della classe media, alla fine è un cattivo manipolatore e semi-squilibrato. Nel frattempo, la morte della fidanzata di Sid Vicious, Nancy Spungen, è un mistero ancora oggi rimane irrisolto , non è completamente spiegato, ma qui vengono fornite alcune risposte abbastanza definitive basate sulla comprensione degli eventi da parte di Steve.

Tuttavia, in un senso più ampio, questa non è solo la prospettiva di Jones sui Sex Pistols. Non è nemmeno la prospettiva dello sceneggiatore Craig Pearce. È tutto e per tutto di Boyle, una storia dal ritmo tradizionale raccontata attraverso una lente punk e con l'amore del regista per la band e l'epoca scritta in grande sullo schermo.

Non importa quanti discorsi faccia Malcolm su come scuotere e abbattere l'establishment di Malcolm, la serie non arriva mai a capire perché i Pistols fossero così influenti, o come l'era punk sia riuscita a catturare l'immaginazione della classe operaia britannica al di là del desiderio di abbattere i tabù. .

Perché forse è così che diamo un senso alla carriera apparentemente frammentata del regista. Sia che stia disfacendo l'eredità duratura dei Beatles, esaminando l'ardente fondatore della Apple Steve Jobs o mostrandoci le vite degli eroinomani di Edimburgo, è tutto incentrato sulla passione sfrenata di Boyle per i suoi sudditi.

Potremmo non sapere perché i Sex Pistols abbiano avuto un tale impatto, ma lo sappiamo Tatto Esso. Perché Boyle lo sente. E se gli ultimi 30 anni sono qualcosa su cui basarsi, condividere la sua passione sarà sempre un bel viaggio.

Pistol sarà presentato in anteprima su Disney Plus nel Regno Unito il 31 maggio 2022. Puoi farlo iscriviti a Disney Plus per £ 7,99 al mese o £ 79,90 all'anno Ora.

Dai un'occhiata al nostro hub Drama per ulteriori notizie, interviste e funzionalità o trova qualcosa da guardare con la nostra Guida TV.

L'ultimo numero della rivista è ora in vendita: abbonati ora e ricevi i prossimi 12 numeri a solo £ 1. Per saperne di più dalle più grandi star della TV, ascolta il podcast di Radio Times con Jane Garvey.