Il creatore di Not Going Out Lee Mack: Tutti mi dicevano che la sitcom britannica era morta

Il creatore di Not Going Out Lee Mack: Tutti mi dicevano che la sitcom britannica era morta

Che Film Vedere?
 




La porta del capannone si chiude, un bollitore fischia allegramente su un fornello a gas da campeggio e il tocco di due dita di Lancaster su una macchina da scrivere scassata echeggia sul prato.



Lee Mack sta scrivendo un'altra serie di Not Going Out e tutto è come dovrebbe essere nel mondo dell'intrattenimento leggero. Beh, è ​​qualcosa del genere, anche se trascorro molto tempo su Skype con il mio co-sceneggiatore Dan Peak, dice Mack. Ma una volta che sono nel capannone, scrivo. Ci vado.

Nei primi anni dello spettacolo, iniziato nel 2006, la giornata lavorativa di Mack lo vedeva fare il breve viaggio, ancora in pigiama, dalla porta della cucina al capanno in fondo al suo giardino dove ha creato l'intera seconda serie.

  • I 10 migliori fatti sulle celebrità che vengono fuori da I Lie to You?
  • Lee Mack vuole davvero essere Doctor Who
  • I segreti di Ti mentirei?

Mi sono seduto davanti al computer dalle otto del mattino fino a circa le tre o le quattro del pomeriggio, dice. Lo adoro: una tazza di caffè, un pigiama, solcarlo nel capanno.



Non sono solo capannoni. Mack ha scritto Non uscire su barche strette (sono molto strette), a letto, in un minuscolo ufficio di Oxford Street (non c'erano finestre) e a Hampton Court Palace.

Qualcuno mi faceva entrare, dice. Di notte mi ritrovavo a camminare da solo per i corridoi. È stato molto inquietante.

In qualche modo, questo ha funzionato per 12 anni. L'ultima serie, l'ottava, ha raggiunto il picco con sei milioni di telespettatori; la maggior parte di noi è attratta dalla ricerca incessante e ampiamente riuscita di Mack di risate costanti, un formato che ha raccolto dalla televisione americana.



Tutti mi dicevano che la sitcom britannica era morta, dice. Poi ho guardato Seinfeld e Frasier e ho pensato: 'No, non lo è, ha solo bisogno di più gag'.